Sgominata dalla Polizia la Banda del Buco, aveva colpito anche a San Benedetto e Monteprandone

SAN BENEDETTO – Una banda di albanesi specializzata in furti in appartamenti e negozi, è stata sgominata in un’operazione congiunta, dagli agenti della Squadra mobile di Benevento e dai Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita. Uno dei quattro è stato arrestato, mentre ad altri due componenti della banda, già detenuti, l’ ordinanza di custodia è stata notificata in carcere.

Un quarto componente della banda è stato sottoposto all’ obbligo di dimora su disposizione del gip del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura di Fermo che ha coordinato le indagini. I quattro sono accusati di aver messo a segno colpi in abitazioni e negozi in provincia di Fermo, Ascoli Piceno, Macerata e Caserta, tra maggio e giugno del 2018.

Per quanto riguarda la provincia di Ascoli i malviventi avevano colpito a San Benedetto e a Monteprandone. Utilizzavano la tecnica del foro, che consiste nel praticare fori sugli infissi delle abitazioni con trapani a mano, per poi inserirvi congegni metallici adatti ad aprire dall’interno le finestre. Le indagini hanno preso il via da una rapina compiuta il 28 febbraio 2018 ad Amorosi (Benevento), nell’ abitazione di un medico.

Quattro persone con il volto coperto, armate di pistola e machete, avevano ferito il cognato del medico, colpendolo con calci e pugni, rubando poi alcune centinaia di euro. I primi tre indagati erano stati arrestati anche per una seconda rapina in abitazione, compiuta a Traversetolo (Parma) il 2 giugno 2018, ai danni di una giovane donna. Nel corso della rapina erano stati portati via oltre 20 mila euro e gioielli.

Nel corso delle indagini, svolte con la collaborazione delle Squadre Mobili di Ascoli Piceno, Parma e Fermo e dei Comandi Carabinieri delle stesse province, era stata chiesta una misura cautelare anche nei confronti di una donna. L’ arrestato è stato rintracciato all’alba nella zona di Caivano (Napoli). Ai due complici già detenuti, i provvedimenti sono stati notificati nelle carceri di Benevento e Parma, mentre la donna destinataria della misura della custodia cautelare in carcere, è stata arrestata nella serata di ieri nella zona di Civitanova Marche.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...