Concorso di Poesia

Si chiude la stagione pallavolistica per le ragazze della Volley Angels Porto San Giorgio

Si chiude la stagione pallavolistica per le ragazze della Volley Angels Porto San Giorgio

Si è chiusa già da qualche giorno la stagione del team femminile della Volley Angels nella serie D regionale, un campionato felicemente conclusosi con largo anticipo con una meritatissima permanenza nella categoria e qualche piccolo rimpianto.

 Una bella stagione chiusasi con il record di 15 vittorie e 9 sconfitte. 9 di queste vittorie e 7 sconfitte sono arrivate nella prima fase dove Volley Angels ha sfiorato il sogno di disputare i play off , sogno svanito fondamentalmente perchè 6 di quelle vittorie sono avvenute grazie ad altrettanti 3-2 con un dazio di 6 punti che alla fine è stato ampiamente decisivo sulla corsa ad un posto al sole. giusto definire una marcia trionfale il percorso nei Play out dove le ragazze allenate dalla triade Capriotti, Ruggieri , Leoni, hanno da subito stabilito la legge del più forte , per poi rilassarsi ad obiettivo raggiunto.
La fine del campionato 2014-2015 è stato un modo per celebrare un gruppo molto bene assortito ( la più giovane 14 anni e la più “esperta” 45) ma soprattutto unito e “tosto” , forse il più importante gruppo della ancora giovane storia di Volley Angels ma comunque ( ed è questa la cosa più importante) uno dei tanti gruppi di alto profilo morale che hanno caratterizzato la storia degli ultimi 4 anni di Volley Angels. 4 anni in cui sono cambiate tante giocatrici , ma con un clima  uno stile ed un’amicizia che ha saputo coinvolgere tutto e tutti come se anche l’ultimo arrivato fosse li da sempre. Tra questi esempi vogliamo citare quello di Giorgia Calandriello, che a 36 anni , dopo 10 anni di stop e di “odio ed amore” verso il volley ha sentito in volley angels il clima giusto per riprendere una storia che si era interrotta in B1 ed è ripresa dalla serie D. Una delle tante storie di Volley Angels e di una famiglia che sta costruendo anno dopo anno una realtà importante e con obiettivi e responsabilità pesanti. Al termine dell’ultima partita a Senigallia, negli spogliatoi c’è stato un bellissimo, commovente  momento di confronto e di chiusura in cui il direttore tecnico Capriotti ed il coordinatore generale Taffoni hanno voluto condividere le tappe più importanti di questo percorso, ringraziando il gruppo per questa bella stagione ( le foto testimoniano proprio questo momento) Ora un occhio al presente con le squadre di seconda divisione impegnate in un programma ambizioso e uno al futuro per
la costruzione della prima squadra per la stagione 2015-16

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento