Si è chiuso con grande successo l’edizione 2020 di Volley Futuro Camp

PORTO SAN GIORGIO – Si è conclusa con un grande successo l’edizione 2020 di Volley Futuro Camp, organizzato da Volley Angels Project a Porto San Giorgio, al quale hanno partecipato oltre sessanta tra ragazzi e ragazze. Nel pieno rispetto delle direttive per evitare la diffusione del Covid-19, le giornate si sono susseguite tra attività in palestra, giochi, attività didattiche e alcune altre collegate alla comunicazione non verbale.

Non sono mancate le sorprese molto apprezzate dai partecipanti, in particolare la visita del campione cubano Angel Dennis (oggi in forza alla Med Store Macerata) che ha trascorso alcune ore in loro compagnia, senza sottrarsi a nessuna richiesta tra selfie e autografi. Il camp si è svolto tra la palestra Borgo Rosselli, il Centro Don Bosco (che ha ospitato impeccabilmente nei locali dell’oratorio le attività didattiche e l’importante momento del pranzo, fornito dal catering del ristorante La Stube di Vincenzo Di Enzo, come d’abitudine molto disponibile nei confronti della società rossoblù) e le ore piacevoli in spiaggia, con il Vera Caffè della famiglia Amaolo a fare da punto di riferimento per la colorata comitiva di Volley Angels Project .

I tecnici che hanno lavorato per la realizzazione di Volley Futuro Camp erano Attilio Ruggieri, Luigina Di Ventura, Daniele Ercoli, Marco Sbernini e Lorenzo Ciancio, l’osteopata Nazario Fares, gli allenatori della Incontra Volley Castel di Lama  Giancarlo D’Angelo e Simone Cinciripini che hanno collaborato con lo staff e le giocatrici Nina Vallesi e Alessandra Silenzi che hanno svolto l’importante ruolo di assistenti.

Per le attività di comunicazione verbale e non verbale, body language e di interpretazione ci si è avvalsi del preziosissimo operato della docente Simona Marinangeli, dell’artista Luca Vagnoni e di Mizar Travaglini, ballerina (laureata all’opera di Parigi) coreografia e regista che ha proposto lavori riguardanti il floor-work, contact improvisation e attività legate al metodo Feldenkrais.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...