Si è spento mons. Giuseppe Chiaretti, il primo Vescovo della Diocesi di San Benedetto-Ripatransone-Montalto

SAN BENEDETTO -Si è spento questa mattina all’ eytà di 88 anni, presso la Rsa di Perugia mons. Giuseppe Chiaretti primo Vescovo della Diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto Marche. Era nato a Leonessa (RI) già diocesi di Spoleto, il 19 aprile 1933, è stato ordinato presbitero l’8 dicembre 1955.

Eletto vescovo di Montalto e Ripatransone-San Benedetto del Tronto il 7 aprile 1983, è stato consacrato a Spoleto il 15 maggio 1983. Le esequie del Vescovo Chiaretti si terranno sabato 4 dicembre alle ore 15.30 presso la Cattedrale Madonna della Marina di San Benedetto del Tronto.

Una volta terminata la funzione religiosa il Vescovo Chiaretti sarà sepolto all’interno della Cattedrale nella cappellina della Madonna di Lourdes.

Questo il messaggio del Vescovo diocesano mons. Carlo Bresciani. “La Diocesi di san Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto ricorda con grande riconoscenza e affetto il suo primo vescovo S.E. Rev.ma Mons. Giuseppe Chiaretti deceduto oggi 2 dicembre alle ore 13,20 presso la RSA di Perugia. Porge sentite condoglianze alla sorella Piera, eleva al Padre preghiere di suffragio per lui e invita tutti i fedeli a unirsi in preghiera. Il Signore lo ricompensi per il tanto bene che, negli anni del suo governo episcopale, ha donato alla Diocesi e gli doni la pace riservata ai servi fedeli e giusti”.

Appresa la notizia della scomparsa di mons. Giuseppe Chiaretti anche il sindaco Antonio Spazzafumo ha inviato alla Diocesi un messaggio di cordoglio.

“A nome della comunità cittadina – scrive il primo cittadino rivierasco- desidero esprimere il senso del cordoglio più profondo per la morte di S.E. Mons. Giuseppe Chiaretti, primo Vescovo della Diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto. I sambenedettesi porteranno sempre nel cuore il ricordo di un pastore di grande umanità, profonda e vasta cultura, promotore durante il suo governo episcopale di tante iniziative a sostegno dei più deboli”.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...