Siccità, firmata a Pesaro l’ordinanza per il risparmio idrico.


PESARO – Entra in vigore oggi con validità a tutto il 30 settembre 2022, l’ordinanza 1148 che limita i prelievi d’acqua potabile nel territorio pesarese come richiesto da Aato 1 (Autorità Ambito Territoriale Ottimale) per “ottimizzare l’utilizzo della risorsa al fine di non incorrere in una situazione critica dal punto di vista dell’approvvigionamento idrico”.

Il provvedimento ordina alla “cittadinanza e su tutto il territorio comunale”, il divieto di prelievo e di consumo di acqua derivata dal pubblico acquedotto per l’irrigazione e annaffiatura di orti, giardini e prati; il lavaggio di aree cortilizie e piazzali; il lavaggio privato di veicoli a motore; il riempimento di piscinefontane ornamentali, vasche da giardino; per tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l’igiene personale.

«Chiediamo la massima collaborazione in questo periodo complesso per tutti – sottolinea Heidi Morotti, assessora alla Sostenibilità –. La responsabilità e le buone pratiche del singolo, se condivise, fanno la moltitudine e, quindi, la differenza, anche in termini di buon esempio e di passaparola virtuoso di scelte sostenibili».

Morotti invita i pesaresi ad adottare alcune azioni quotidiane: «Scegliete la doccia, al posto del bagno in vasca; inserite un frangigetto nel rubinetto (fa risparmiare fino al 50% d’acqua); chiudete il rubinetto mentre lavate i denti, fate la barba o lo shampoo; non buttate l’acqua di cottura, una volta raffreddata è possibile usarla per innaffiare le piante; usate la lavastoviglie (a pieno carico) invece di lavare i piatti a mano; installate una cassetta di scarico wc dotata di doppio tasto o di regolatore di flusso».

Morotti ricorda infine l’adesione del Comune alla campagna Ali (Autonomie Locali Italiane) che utilizza l’immagine di Massimo Dolcini (Pesaro 1945-2005) realizzata per il Comune di Pesaro e che ricorda il dovere collettivo di risparmiare acqua. Una comunicazione utile, chiara, immediata, quella della storica figura che illumina anche lo sguardo di Pesaro 2024, Capitale italiana della cultura, la sua “Natura della Cultura” passa anche per scelte consapevoli e sostenibili da attuare ogni giorno, tutto il giorno».

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...