Sofia Tirabassi sarà la moderna Silvia leopardiana nell’interpretazione del maestro Nicola Convertino


RECANATI – Sofia Tirabassi è stata scelta attraverso il concorso “Miss Reginetta d’Italia” per interpretare la moderna Silvia del Leopardi per mano del Maestro Nicola Convertino.

Si è svolta a Recanati la selezione regionale del concorso “Miss Reginetta d’Italia”, dal quale il Maestro Nicola Convertino ha potuto scegliere la modella che poserà interpretando la moderna “Silvia” leopardiana.

L’opera che sarà creata verrà esposta all’interno del “Caffè Piazza Leopardi” a Recanati e presentata ufficialmente alla stampa e alle autorità che presenzieranno all’evento.

Il Convertino ha già interpretato la Silvia leopardiana in diverse tavole presenti all’interno del Caffè Piazza Leopardi, immagini che provengono dal suo inconscio, ma quest’opera invece di tinge di una metafora nuova; velatamente il Convertino si servirà di Sofia Tirabassi per creare una “Silvia” che guarda il mondo come lo farebbe una giovane recanatese dei nostri giorni.

Il fatto che il Leopardi abbia posto le sue attenzioni su di lei lo stimola e creare una nuova trasposizione del “fatto”, ieri lui oggi il Convertino: un osmosi che non muorirà mai, il tempo diventa fluido, i rumori sono liquidi ed il presente diventa il collante ideale per vivere il passato del Leopardi in terra marchigiana.

Un esperimento che Nicola Convertino ha potuto fare nell’arco di tutto il tempo in cui ha creato le opere esposte al Caffè Piazza Leopardi. L’Osmosi è nata spontanea e Convertino ha seguito il flusso della creatività e continuerà a farlo lasciando scorrere la matita lungo la tela che immortalerà la Sofia Tirabassi.

Nell’attesa gli appassionati dell’arte e del Leopardi possono visitare il Caffè Piazza Leopardi dove scoprire “L’altro Leopardi” come spesso dice il Convertino: “…dove è possibile conoscere il Leopardi più recondito, quello che non ci insegnano a scuola, quello vero e più vicino al reale personaggio, un uomo la cui cultura era talmente smisurata che non gli permetteva di confrontarsi con il mediocre…”

Foto by Andrea Raimondi (Photo Studio)

 

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...