SpazioBetti e Rondine per l’evento Give peace a chance!

FERMO – Venerdì 31 maggio alle ore 21.30 SpazioBetti, in collaborazione con Rondine città della pace, presenterà l’evento “Give peace a chance!”. Durante l’evento, che si terrà presso lo SpazioBetti (via largo mora 11, Fermo), verrà presentato il progetto candidato al premio Nobel per la Pace 2015 tramite le testimonianze dirette degli studenti che hanno vissuto questa esperienza.

Rondine nasce in un borgo medievale toscano a pochi chilometri da Arezzo, in Italia: il progetto centrale di Rondine è la World House (già Studentato Internazionale), un percorso di due anni rivolto a giovani provenienti da Paesi interessati da conflitti attuali o recenti o appartenenti a culture diverse che accettano di convivere con il proprio “nemico” per imparare ad affrontare il proprio conflitto e a trasformarlo in un’opportunità creativa attraverso il confronto quotidiano e la formazione. Lo scopo del progetto è promuovere la trasformazione creativa del conflitto, attraverso l’esperienza di giovani che scoprono la persona nel proprio nemico.

Rondine è un’organizzazione che dal 1997 si impegna per la riduzione dei conflitti armati nel mondo e la diffusione della propria metodologia per la trasformazione creativa del conflitto in ogni contesto da quello interpersonale a quello politico, armato e internazionale. Un lavoro che si rivolge soprattutto ai giovani proponendo progetti che promuovono il confronto, il dialogo e la formazione a diversi livelli per costruire relazioni di pace e azioni concrete sui territori per promuovere il cambiamento sociale. L’obiettivo è contribuire a un pianeta privo di scontri armati, in cui ogni persona abbia gli strumenti per gestire creativamente i conflitti, in modo positivo.

“Give peace a chance” ospiterà Luca Alici, vicepresidente della fondazione e professore associato di Filosofia Politica presso il Dipartimento di filosofia, scienze sociali, umane e della formazione dell’Università degli Studi di Perugia, e una ragazza che ha vissuto il metodo Rondine sulla propria pelle.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...