Spogliatoi / Fedeli torna a parlare, Magi: “I ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario”, la gioia di Di Massimo

SAN BENEDETTO – Questo i commenti del dopo Samb-Gubbio.

Franco Fedeli (presidente Samb): “I play off sono matematici ed ora mi aspetto una buona partita a Fermo per migliorare la nostra posizione nella griglia di partenza. Stasera sono soddisfatto perché abbiamo ottenuto ciò che volevamo. Ai  play off affronteremo le migliori di tutti e tre i gironi ed alla fine prevarranno i più forti. E ad oggi ci sono diverse squadre più forti di noi. Sono una lotteria dove bisognerà staccare il biglietto vincente. Lo striscione dei tifosi? Mi ha fatto piacere ed anche l’inxcontro è andato bene (tono ironico, ndr). Il futuro è tutto da decidere”.

Beppe Magi (allenatore Samb): “Oggi i ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario. Per me non è una sorpresa perché in loro ho sempre vavuto una grande fiducia. Sono fortunato ad allenarli. In questi dieci mesi la Samb ha dimostrato di non mollare mai. Nello scontro diretto per la salvezza con l’Albinoleffe abbiamo vinto 3-0 , oggi per i play off 3-1. E questi risultati mi fanno ben sperare per il futuro. Anche se accusiamo alti e bassi, non falliamo mai gli appuntamenti importanti”.

“Di Massimo in settimana ha meritato la maglia da titolare ed ha dimostrato di giocarsi bene questa chances. Ma lo stesso discorso vale per Signori. Al mio ritorno è andato in panchina  ma sia in allenamento che la domenica in campo sta facendo vedere di essere un calciatore importante per noi. Ma è compito di noi allenatori tirare fuori il massimo da ogni ragazzo. Oggi ho visto una Samb oltre i propri limiti, con voglia di dare tutto anche in fatica e di lavorare bene tatticamente”.

“Galderisi è un uomo di grande calcio e credo che in un momento delicato della gara si è sentito penalizzato. Ma lo ripeto, la Samb ha meritato la vittoria. Mi auguro che questa vittoria rappresenti per la squadra il salto di qualità che da tempo cercava. In settimana con i Ragazzi affronteremo questo discorso. A Fermo scenderemo in campo senza avere l’assillo del risultato  e con l’obiettivo di migliorare la nostra posizione nella griglia play off. Al Recchioni mi aspetto il proseguimento del discorso iniziato oggi contro il Gubbio”.

Alessio Di Massimo (attaccante Samb): “Sull’ azione del rigore sono scivolato ma il difensore del Gubbio ha allungato la gamba ed un pochino mi ha toccato. E’ stato sfortunato. Non abbiamo un rigorista ufficiale, mi sono ritrovato il pallone tra le mani e l’ho tirato. Se Stanco me lo avesse chiesto gli avrei lasciato l’incarico di calciare il rigore. Dedico questo gol a mia madre Cinzia che quest’anno per la prima volta è venuta al Riviera. Sono dispiaciuto per il gol che incassato in superiorità numerica perché ci ha messo un po’ di apprensione. Sono contento della mia prestazione ma soprattutto di avere raggiunto i play off. A livello mentale questa cosa ci aiuta per il derby di Fermo, perché volgiamo migliorare la nostra posizione nei play off”.

Nanu Galderisi (allenatore Gubbio): “La partita è stata falsata bisognava sospenderla per poi riprenderla con la terna arbitrale al completo. Al segnalinee ho detto che era una farsa perché in tanti anni di calcio non ho visto mai sostituire un collaboratore dell’ arbitro con un magazziniere. Il nostro era il preparatore atletico, quello della Samb non lo so. E sono stato espulso. Il regolamento dice questo? Non sono d’accordo, una situazione che ha creato solo confusione e favorito la squadra in vantaggio. Senza dimenticare le altre decisioni dubbie della terna arbitrale. Sulla prima ammonizione di Benedetti l’arbitro ha sbagliato perchè non è stato lui a commettere il fallo. Comunque abbiamo fatto tutto quello che potevamo an che in dieci e domenica prossima ci giochiamo la salvezza con la Virtus Verona”.

Daniele Casiraghi (centrocampista Gubbio): “La partita è stata condizionata dagli episodi. Nel primo tempo c’è stato l’infrtunio del primio guardalinee, nella ripresa il secondo. Il rigore non c’era e se eventualmente è stato fatto fallo, lo aveva commnesso Lo Porto e non Benedetti. Anche in dieci ci abbiamo sempre provato, limitando anche in inferiorità domenica una buona squadra come la Samb. Crediamo nella salvezza soprattutto dopo il grande lavoro svolto in questi mesi. Ce la giocheremo con la Virtus Verona”.

 

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...