Torna a San Benedetto Campagna Amica on the beach tra sapori ed educazione alimentare

SAN BENEDETTO – “In questi anni San Benedetto ha creduto in questo evento che non è un semplice mercato ma un grande spazio di prossimità e socialità dei cittadini – ha detto il presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, Armando Marconi – una manifestazione che è cresciuta negli anni e che quest’anno ha deciso di partire dalle giovani generazioni per far conoscere ai consumatori del futuro chi produce, chi con il proprio lavoro ha consentito all’Italia di avere l’autosufficienza alimentare nonostante la pandemia”.

Sono le parole di Armando Marconi, presidente di Coldiretti Ascoli Fermo nel presentare Campagna Amica on the beach, ottava edizione, al via sabato 17 e domenica 18 luglio a San Benedetto del Tronto. Circa 50 aziende agricole dalle Marche e da altre sette regioni d’Italia oltre a 10 fattorie didattiche dedicate ai più piccoli, per far muovere loro i primi passi nel mondo della natura, della tutela dell’ambiente e dell’educazione alimentare.

“Appuntamento imperdibile per un presidio di garanzia e tutela dei nostri prodotti che abbiamo il piacere di ospitare nella nostra città” ha detto il sindaco Pasqualino Piunti.

Un  weekend nel segno del gusto, delle tradizioni, del Made in Italy di qualità. Torna Campagna Amica on the beach, appuntamento ormai divenuto tradizionale (8^ edizione) per la Riviera delle Palme con tante iniziative mirate a far conoscere il lavoro della terra e la tutela dell’ambiente. L’edizione di quest’anno, organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio delle Marche, prenderà il via sabato 17 alle 16.30 con il taglio del nastro alla Rotonda Giorgini alle 18, sempre alla Rotonda, è previsto il dibattito dedicata alla Dieta Mediterranea e alla biodiversità alla quale prenderanno parte Carmelo Troccoli, direttore nazionale della Fondazione Campagna Amica, Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche, Marco Bolasco, già autore del Gambero Rosso, scrittore di libri sull’enogastronomia italiana tra cui quello dedicato ai Sigilli di Campagna Amica, e Marco Palestini, marketing manager Italia Rainbow Magic.

“Presenze che danno all’intero evento risvolti nazionali meritati – sottolinea il direttore di Coldiretti Ascoli Fermo, Milena Sanna – Se siamo arrivati fin qui è merito della forza del messaggio di Coldiretti e delle amministrazioni che ci hanno creduto e ci hanno supportati”.

Gli interventi saranno anticipati dai saluti del presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, Armando Marconi, del sindaco Pasqualino Piunti con il presidente della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini e Francesco Fortuni, presidente degli Agrimercati di Ascoli e Fermo.

Tra i vari stand, aperti il sabato dalle 16 alle 24 e la domenica dalle 9 alle 23, sarà possibile trovare formaggi, salumi, olio extravergine di oliva, vino, pasta e farine di grani antichi, frutta e verdura, legumi, cereali, zafferano, confetture, sughi, lenticchie, tartufi, pane prodotti e venduti direttamente da aziende agricole da Marche, Abruzzo, Umbria, Lazio, Emilia Romagna, Veneto, Puglia, e Calabria. Tra una degustazione e un acquisto, tutto dal campo alla tavola. E a proposito di assaggi non meno gustoso sarà quello offerto dalle Fattorie Didattiche.

Una specie di preview. Già perché Coldiretti, a livello regionale, ha già presentato all’Ufficio scolastico regionale e ai dirigenti scolastici del territorio il progetto formativo “Lo sviluppo sostenibile e l’educazione alimentare”, con l’obiettivo di far crescere consumatori attivi e consapevoli fin dalla scuola primaria: conoscere la stagionalità dei prodotti, la differenza tra un cibo locale e uno che arriva dall’estero, capire l’importanza dell’alimentazione dalla scelta del prodotto al momento del pasto.

Secondo i dati dell’Istituto superiore di sanità un bambino su tre nelle Marche ha problemi di peso e, addirittura, un 9% è obeso. Alla base ci sono stili di vita e di alimentazione da correggere: poco sport, limitato consumo di frutta e verdura e addirittura c’è un 8% che salta di netto la colazione mattutina.

Proprio la Dieta Mediterranea, riconosciuta patrimonio immateriale dell’Unesco e recentemente eletta migliore dieta al mondo del 2020 sulla base del Best Diets Ranking elaborato dal media statunitense U.S. News & World’s Report’s, noto a livello globale per la redazione di classifiche e consigli per i consumatori, mostra tuttavia qualche segnale di ripresa nei carrelli. Buon per le aziende agricole che nel 2020, anno della pandemia, hanno registrato un calo di vendite soprattutto nei mercati esteri.

Ora l’export dà segnali positivi: al calo di vendite registrato nei primi tre mesi del 2021 nel settore del vino (-20%) e della pasta (-12%), si affiancano le riprese dell’olio extravergine di oliva e dell’ortofrutta lavorato e conservato (+6,8%). Sono anche aumentati i consumi interni, soprattutto se il prodotto è certificato Made in Italy: la pasta 100% da grano italiano registra un balzo del 29%, quasi il triplo della pasta normale (Coldiretti/Ismea 2020) in piena emergenza pandemia.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...