Tragedia al porto di Ancona, agente marittimo di 34 anni muore colpito da una cima

ANCONA – Tragedia all’alba di stamattina al porto di Ancona. Un agente marittimo, Luca Rizzeri originario di Pavia, padre di due bambini  è morto dopo essere stato colpito al collo dalla cima di una nave appena arrivata.

Erano quasi le 6,30. La rottura della corda ha prodotto l’effetto di una frustata che non gli ha dato scampo. La reazione della cima, purtroppo è finita proprio alla base del capo colpendolo in maniera violentissima.

Sul tragico fatto si registra l’intervento del sindaco del capoluogo dorico Valeria Mancinelli. “Con profondo dolore e costernazione -scrive in una nota il primo cittadino- ho appreso della morte del giovane agente marittimo stamane al porto di Ancona. Questa tragedia tocca da vicino tutti noi e ci lascia senza fiato: il porto è il luogo dove operano, lavorano e si incrociano  migliaia di persone e merci, un luogo dove l’impegno e la fatica sono costanti, ma anche la soddisfazione e l’ottimismo per una realtà viva, che funziona, che dà lavoro a tante famiglie e che permette ad altrettante di spostarsi, viaggiare e andare in vacanza.

Incidenti come questi non dovrebbero mai succedere, perché distruggono vite umane e perché sconvolgono una grande e bella famiglia come quella portuale  nei prossimi giorni le indagini faranno il loro corso e verranno accertate le eventuali responsabilità, in questo momento però a prevalere è il dolore sincero per una giovane vita spezzata, e per la sua famiglia, in particolare alla moglie e ai loro due bambini piccoli.

E’ a loro che l’Amministrazione e la città tutta si stringe, mentre il porto si ferma per onorare uno dei suoi figli più sfortunati”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...