Tragedia sfiorata a Petritoli: spara al volto di un cacciatore e scompare

PETRITOLI – Tragedia sfiorata tra le campagne di Petritoli dove all’alba di oggi, dove si è verificato il primo incidente di caccia della stagione. Forse scambiato per un animale, un uomo di 59 anni è stato colpito al volto da alcuni pallini di piombo esplosi dal fucile di un suo collega.

Questo però, probabilmente ignaro di cosa fosse accaduto, invece di prestare aiuto al cacciatore si è allontanato facendo perdere le sue tracce. Le ferite per fortuna non si sono rivelate gravi, tanto che il malcapitato è riuscito a raggiungere la propria auto per poi recarsi al pronto soccorso di Fermo.

I medici gli hanno riscontrato diverse ferite sul viso, ma la vittima non corre pericolo di vita. Ora oltre al delicato lavoro dei dottori va avanti quello dei carabinieri di Fermo, dove proprio oggi ha preso servizio il nuovo comandante di Compagnia, il tenente colonnello Nicola Gismondi.

49 anni, di origini baresi, una vita in prima linea come comandante del Nucleo investigativo, prima a Campobasso, poi per anni ad Ascoli Piceno ed ora nel capoluogo fermano. Il suo grande acume investigativo potrà aiutare a chiarire meglio i contorni anche di questo ultimo fatto di sangue. Le ricerche sarebbero già a buon punto e i militari confidano di individuare quanto prima chi ha sparato e perché.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...