Tunisino denunciato per furto aggravato, identificato grazie ad un dispositivo Holter cardiaco

SAN BENEDETTO – I Carabinieri della stazione di Montecosaro (Mc) in collaborazione con i colleghi di Porto d’Ascoli hanno denunciato per violazione degli artt. 110-624-625 del codice penale (concorso in furto aggravato) un tunisino di 62 anni, senza fissa dimora e clandestino.

Le investigazoni, supportate anche da positiva individuazione fotografica, permettevano di accertare che lo scorso 17 gennaio 2019, nel parcheggio del Centro Commerciale di Montecosaro, l’ uomo aveva forzato la maniglia di una Fiat Doblò, asportando un borsello contentente denaro.

Sorpreso dal proprietario dell’ auto, il tunisino si dava alla fuga lasciando a terra il borsello e perdendo un apparecchio “Biotronik” del tipo “Cardiomessangersmart”, strumento simile ad uno smartphone che permette il monitoraggio elettrocardiografico costante del cuore per lunghi periodi.

Gli accertamenti svolti presso la ditta che commercializza il prodotto e l’ospedale Niguarda di Milano, nonchè l’attento esame delle informazioni presenti in banca dati e il contributo informativo dei Carabinieri di Porto d’Ascoli, hanno permesso di identificare l’autore del furto e di denunciarlo all’ autorità giudiziaria.

Sono in corso delle ulteriori indagini per identificare il complice del tunisino che si trovara alla guida del mezzo usato per la fuga.

 

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...