Versi di Versi viaggio nello spettro dell’autismo, l’ultimo libro di Diletta Pandolfi

ASCOLI PICENO – Un viaggio nello spettro autistico al femminile attraverso la poesia. Il particolare lavoro editoriale firmato dalla giovane Diletta Pandolfi sarà presentato il 25 giugno prossimo, alle ore 16, presso il polo culturale Sant’Agostino di Ascoli Piceno.

Questo libro è frutto di un percorso partito dalla diagnosi di autismo dell’autrice, una condizione neurologica che comporta una diversa sensibilità agli stimoli esterni. Questa sensibilità, sebbene possa costituire un pregio, non sempre viene valorizzata e compresa. Le persone autistiche, se messe nelle giuste condizioni, possono costituire un arricchimento dell’ambiente (lavorativo e non) in cui si trovano.

Purtroppo questo non sempre accade. La scarsa conoscenza di questa caratteristica, lo stigma sociale, l’abilismo e i pochi sostegni al settore sociale contribuiscono al disagio emotivo delle persone autistiche e ne penalizzano l’inclusione nei principali ambiti della società. La nostra società è stata creata sulla base del funzionamento neurotipico, di conseguenza chi si trova nello spettro ogni giorno compie degli sforzi sensoriali e psicologici più o meno intensi per fronteggiare tutte le incombenze della giornata.

Queste fatiche prolungate possono portare al burn out: cioè un esaurimento fisico, mentale ed emotivo seguito da perdita di abilità, ansia e eccessi di tristezza o rabbia. I brani presenti nella raccolta narrano di eventi, luoghi e sensazioni vissuti dal punto di vista dell’autismo femminile, attualmente poco noto a livello diagnostico. Inizialmente si pensava che solo i soggetti di sesso maschile rientrassero nello spettro autistico.

Mano a mano che le conoscenze aumentavano si è scoperto che anche i soggetti femminili possiedono tratti autistici. Questo aggiornamento però non è stato colto da tutti gli addetti ai lavori. Le donne autistiche fanno più fatica ad accedere alla diagnosi perché sono più inclini a mascherare i loro tratti autistici; Ciò è dovuto principalmente al fatto che le donne subiscono pressioni culturali e sociali molto più degli uomini.

Le poesie non seguono una corrente letteraria specifica e sono state composte in momenti diversi nel corso del tempo con cadenza irregolare, seguendo una loro evoluzione. Inizialmente l’autrice pone l’attenzione su tematiche concrete che concernono gli argomenti più vari.

Ci sono poesie in cui si allude a persone incontrate e circostanze familiari vissute durante l’adolescenza e l’infanzia. Caratteristiche peculiarità di questi testi sono l’attenzione ai dettagli e le immagini visive fornite durante la lettura. Lo scopo di questo libro è sensibilizzare le persone e aiutarle a capire le varie sfaccettature di questa condizione.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...