VIDEO / Archiviata la seconda edizione del concorso letterario e poetico Premio città di San Benedetto del Tronto

di Stefania Mezzina
SAN BENEDETTO – La magia della poesia ha tenuto banco, nella gremita Palazzina Azzurra, in occasione della serata di premiazione del concorso poetico e letterario. Sublime il cammino impresso dai versi degli autori, morbide consistenze di sogni espressi, con la malinconia, con parti dell’anima degli autori e con i versi stessi decantati dai vincitori, le motivazioni lette da Olga Merli.
Autori che hanno riservato notevoli riscontri di significanti parole, mescolate come una tavolozza di colori, con pensieri di spessore: tutti accolti dal pubblico, che ha dimostrato di apprezzare le produzioni artistiche.


Una notte di San Lorenzo, quella andata in scena alla Palazzina Azzurra, dove la poesia, dunque, ha brillato ad altissimo livello, accompagnata dalla presenza di 36 autori provenienti da tutte le regioni d’Italia e anche dall’estero, presentata da un frizzante e simpatico Emiliano Di Domenico.

Sotto le stelle d’agosto e all’interno delle curvature liberty della bellissima location, la Giuria composta dal presidente Filippo Massacci, Roberta Vasselli, Ilaria Jovine e Olga Merli ha premiato i finalisti tra ripetuti consensi   e fragorosi applausi.

Il Premio poetico coordinato dall’instancabile Marco Trionfante ha portato in riviera una bella fetta d’Italia, dove la poesia è stata sublime trait d’union tra arte e comunicazione, dove i temi trattati hanno implementato la filosofia del Premio che è quella di veicolare la cultura in ogni sua forma e renderla fruibile all’intima essenza di tutti e, soprattutto, dalle nuove generazioni.

Filippo Massacci ha aperto la serata con  padronanza, sottolineando l’importanza della cultura in tutte le sue forme, incantando il numeroso pubblico.

Condiviso il pensiero della consigliera comunale di San Benedetto del Tronto, Brunilde Crescenzi che ha avuto parole di fiducia e stima per questo premio “si sta affermando rapidamente e contribuisce a rendere San Benedetto del Tronto polo e attrattiva culturale a livello nazionale”, le parole della Crescenzi.

Soddisfatto e non poteva essere altrimenti, Marco Trionfante, autore, attore e regista, ideatore del Premio e Art Director della kermesse culturale: “Lavoreremo per renderlo punto di riferimento della poesia a livello nazionale!”, è il suo pensiero.

Toccante la premiazione della Sezione “A San Benedetto del Tronto”, avviata da Filippo Massacci con la consueta maestria, dove Eva Maria Capriotti si è aggiudicata il primo premio, seguita da Giovanni Pilota e Andrea Pierantozzi.

Liriche cariche di sentimento e passione che hanno avvolto la città e le sue bellezze in un carismatico e potente abbraccio, dove immagini in bianco e nero della “vecchia marina” e dei suoi abitanti si sono sovrapposte alla cangiante fotografia di una città più che mai viva, esaltante, dove riuscito è il connubio tra passato e presente, dove il fascino di ieri si fonde ad uno charme irresistibile, incorniciato dall’inesauribile incanto di certi tramonti in riva al mare.

Nella Sezione “Tema Libero”, introdotto dall’autrice, regista e sceneggiatrice Ilaria Jovine, nipote del grande scrittore del 900 Francesco Jovine, Roberto Esposito è risultato indiscusso primo classificato seguito da Silvio Vernieri e Nunzio Industria. Al terzo posto, un incantevole Gabriele Vittori.

Il vernacolo sambenedettese ha trionfato, con componimenti poetici di assoluto rilievo dove, al primo posto, Lorenza Pilota ha prevalso, seguita dal pluripremiato Giovanni Pilota e Leonilde Mattioli, accompagnati dalle commoventi e sentite note di “Nuttate de lune”.

Flavio Provini è il primo classificato assoluto all’interno del Premio Speciale “Lode al Mare” mentre Ottavia Iarrocci e Maria Rita Massetti lo seguono. Intensi componimenti poetici di notevole caratura che hanno emozionato considerevolmente l’attento e coinvolto pubblico presente. Le motivazioni sono state a cura della poetessa e scrittrice veneta Roberta Vasselli.

Momenti di intense emozioni, quando a salire sul palco sono stati i minori.  Erano in molti, con alle spalle molti chilometri fatti per poter, in quella notte magica, esprimersi attraverso i loro ambiziosi e vigorosi versi. Dafne Comelli si è aggiudicata il primo posto mentre al secondo, in ex equo, Martina Anselmi ed Emma Grilli. Terza classificata Vittoria Prazzoli.

“Educare alla Legalità” è stato il tema prescelto nella sezione “Scuola” che ha riservato attimi di grande pathos. Sezione aperta con una eccezionale performance di danza di quattro giovanissimi artisti, Jennifer Troiani, Alice Tosti, Sara Fronteddu e Dylan Rossi che si sono esibiti sulle note della famosa canzone dello Zecchino d’ Oro “Il bullo Citrullo”, provocando un’ovazione nel pubblico.

Laura Moser si è aggiudicata, con uno splendido componimento poetico sul bullismo, il Premio alla Legalità mentre Franco Cucco, con una intensa opera, quello dedicato a “Genitori per la Legalità”.

Presenti e premiati tre Istituti Scolastici, il Liceo Scientifico “Andrea Bafile de L’Aquila con il poliedrico studente Andrea Petricca, l’IC – Scuola Primaria di “Cantalupo nel Sannio” rappresentato dall’insegnante Marilena Monaco e l’IC “Leopardi” – Plesso Primaria “Ischia” –  Grottammare, con la classe IV A, i suoi alunni con le insegnanti, la referente Lorena Stufano e la ragguardevole presenza della preside Professoressa Luigina Silvestri.

Promuovere e sostenere il valore educativo della poesia è un binomio inscindibile: utilizzarla come uno strumento didattico-pedagogico, incoraggiando il concetto di cittadinanza attiva, diffondendo, tra i più giovani, un’autentica cultura dei valori civili” – sono le parole di Olga Merli, autrice e sceneggiatrice cinetelevisiva, coordinatrice della Giuria.

Tante le professionalità coinvolte per l’ottima e sperata riuscita della serata, tra cui Cosimo Guadalupi – Tecnico Audio Luci, Giovanni Leanza all’organizzazione, gli attori Maria Cusani e Cristian Mecozzi che hanno interpretato e emozionato con la loro voce e gestualità alcuni dei componimenti finalisti e la giovane e sprintosa fotografa Alice Dato.

Gli sponsor “MG FLOWERS” di San Benedetto del Tronto con i suoi componimenti floreali e “Alma Vini”che ha allestito un magnifico buffet in tema con la splendida location della Palazzina Azzurra, sono stati la ciliegina sulla torta di questa riuscitissima manifestazione.

Molte le Menzioni d’onore, scelta obbligata della direzione del Premio, in considerazione del notevole spessore artistico delle poesie.

Sezione “Tema Libero”

Erika Di Felice, Rita Parravicini, Antonio Russo, Riccardo Piunti, Antonio Rignanese, Maria Colonnella, Giuseppe Gaudino, Giorgio Gramellini, Gianmarco Marica.

Sezione Minori

Noemi Ciampolillo, Michele Fattori, Benedetta Lelli, Silvia Paci, Serena Quarti.

I nominativi dei vincitori dell’edizione 2019 con i titoli delle opere e le relative immagini della serata sono disponibili sul sito del Concorso Poetico “Città di San Benedetto del Tronto” e sulla pagina Facebook ufficiale.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...