Villaggio Piccola Pesca, la risposta del consigliere Del Zompo: “Italia Viva strumentalizza l’operazione”

SAN BENEDETTO – Dopo il duro j’accuse sui box della Piccola Pesca in fase di allestimento in viale Temistocle Pasqualini da parte del coordinamento sambenedettese di Italia Viva è immediata la risposta della maggioranza con il consigliere comunale della Lega Emidio Del Zompo.

“Ho letto -scrive in una nota- molte cose confuse, strumentali e non attinenti alla verità. La realizzazione del Villaggio della Piccola Pesca è stata una scelta obbligata e dovuta. Obbligata perchè lì posizionato a ridosso dei cantieri non poteva più stare e dovuta perchè occorreva trovare un’altra sistemazione ai pescatori “sfrattati” dal vecchio villaggio, in un nuovo .

Anche la scorsa Amministrazione Gaspari conoscendo queste problematiche, aveva progettato il nuovo Villaggio senza però realizzarlo, a causa di problematiche tra lo stesso sindaco Gaspari e l’allora assessore Urbinati tanto che persero addirittura il finanziamento già approvato per la realizzazione dello stesso. Guarda caso oggi Urbinati è il referente politico proprio di Italia Viva, che con l’articolo emette sentenze e giudizi come al solito inopportuni e strumentali.

“Vorrei ricordare -aggiunge Del Zomo- che il Villaggio della Piccola Pesca non è stato inserito all’interno del Piano del Porto, documento stilato dalla precedente amministrazione e di conseguenza non poteva essere inserito in alcun luogo all’interno del porto stesso.

Questa Amministrazione invece ha lavorato sodo, in silenzio, mettendo insieme tante sinergie, idee e proposte, intercettando i finanziamenti giusti e alla fine ha realizzato il Villaggio in uno dei pochissimi spazi utili e idonei per poter essere realizzato.

La nostra idea del Villaggio in quel luogo, non era di erigere un muro, ma intendevamo realizzare una porta che facesse da punto di osmosi tra la città e il porto e viceversa. Questo progetto è stato pensato dal nostro compianto architetto Farnush Davarpanah, che come in altre sue opere ha dimostrato di avere una visione della nostra città moderna, attenta all’ambiente ed internazionale e questa amministrazione ha sposato in pieno questa sua visione… O forse era meglio realizzare dei scatoloni in prefabbricato senza forma e personalità?

L’attenzione dimostrata da questa amministrazione verso la Piccola Pesca non ha precedenti -prosegue Del Zompo nella sua replica a Italia Viva- tanto che già l’anno scorso aveva sposato il Progetto Festival della Piccola Pesca Costiera di cui sono orgoglioso ed è mio personale motivo di vanto in quanto è stata una mia idea, dove si metteva in risalto la storia la tradizione, le connessioni con il turismo,con l’enogastronomia e tutte le attività cittadine, ed anche quest’anno si continuerà con la seconda edizione, dimostrazione del fatto che su questo comparto del Porto ci si punta molto anche per il futuro.

Concludo invitando i nostri concittadini ad aspettare nel dare dei giudizi, spesso affrettati, attendiamo che l’opera sia conclusa e poi vedremo il risultato finito e a quel punto potremo parlare. Specifico inoltre -conclude Emidio Del Zompo-che l’allora assessore Fabio Urbinati ad aprile 2014 presentò un progetto identico a quello che noi stiamo realizzando, posizionato anche nello stesso punto. Questo evidenzia maggiormente la strumentalizzazione su questo argomento”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...