Xmure, la tecnologia dei piani digitali Dexibell vince al Namm di Anaheim

SANT’ OMERO – Dexibell, brand del gruppo Proel, ha vinto ad Anaheim il Namm Milestone Award, il prestigioso riconoscimento internazionale destinato ai prodotti più innovativi nell’ambito degli strumenti musicali. In particolare, la National Association of Music Merchants ha premiato ‘Xmure’, un’applicazione per iPad o iPhone capace di aggiungere una sezione ritmica e di accompagnamento ai pianoforti digitali.

“Si tratta di una tecnologia interamente sviluppata in casa – ha spiegato il presidente di Proel, Fabrizio Sorbi – il primo algoritmo al mondo in grado di modificare le tracce audio in tempo reale”.

Gli Stati Uniti rappresentano il mercato più evoluto della musica suonata e al Winter Namm erano presenti i leader globali dei prodotti musicali, del settore audio professionale e della tecnologia degli eventi. “Si tratta del più qualificato evento fieristico internazionale – ha sottolineato Sorbi -: per quattro giorni, ci siamo connessi con i nostri migliori clienti globali e abbiamo incontrato artisti di fama mondiale”.

Tra questi, Stevie Wonder il quale utilizza da anni i pianoforti digitali Dexibell, “un musicista sensibile ai miglioramenti dei prodotti e innamorato del suono del nostro Vivo” e che al Winter Namm ha provato per due giorni di seguito il nuovo prodotto: l’S9 Stage Piano, modello top della gamma stage con tastiera ibrida in legno.

Molto attesa anche la partecipazione del pianista Russel Ferrante, leggenda del jazz e fondatore dei Yellowjackets, del tastierista di Prince, Hayes Morris, il compositore e tastierista C.J. Vanston e di Marcus Miller, bassista, compositore e produttore discografico, soprannominato ‘The superman of soul”. “Sono solo alcuni degli utilizzatori e degli influencer più qualificati di Dexibell – ha aggiunto Sorbi – e al tempo stesso, artisti che continueranno a modellare il modo in cui verrà creata e suonata la musica del futuro”.

Per il solo brand Dexibell, Proel investe circa l’8% del fatturato, “perché la tecnologia digitale applicata agli strumenti musicali è inarrestabile nel cambiare il modo di suonare e ampliare la creatività dei musicisti”. Proel, che in Italia opera negli stabilimenti di Sant’Omero (Teramo) e Acquaviva Picena (Ascoli Piceno), ha fatturato nel 2018 circa 40 milioni di dollari, con aumento del brand Dexibell del 20% rispetto all’anno precedente. La Proel ha circa 100 addetti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...