Il brodetto sangiorgese sulle tavole di “Risitaly”

Risitaly, Isola della Scala, Tipicità, Proposta Marche, Kermesse del Riso

Sono circa 500 mila i visitatori che in venti giorni affollano “Risitaly”, la grande kermesse del riso di Isola della Scala (Verona). E’ in corso dal 17 settembre e si chiuderà domenica prossima 12 ottobre. La seconda manifestazione europea per numeri, dopo l’Oktoberfest di Monaco di Baviera, ha accolto nella sua 48esima edizione con entusiasmo la “proposta Marche”, promossa da Tipicità in collaborazione con i Comuni di Fermo e Porto San Giorgio.

I numeri parlano di 400 mila piatti serviti nell’originale padiglione fieristico a forma di chicco di riso. Nella serata denominata “Top show” del riso, Porto San Giorgio è stato protagonista con il suo brodetto, proposto da Luciano Scafà, rappresentante della città nonché geloso custode della vera ricetta del brodetto recentemente insignito della Denominazione comunale.

L’assessore al Turismo Catia Ciabattoni ha espresso “grande soddisfazione per l’opportunità che gli organizzatori di Risitaly ci hanno voluto riservare invitandoci a partecipare all’importante evento già in occasione della loro presenza nell’ultima edizione di ‘Vongolopolis’. E’ fondamentale ricordare la piattaforma che, insieme al circuito di Tipicità (nelle figure di Angelo Serri e Alberto Monachesi), s’è voluta definire per ‘mettere a sistema’ le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio con l’orizzonte e la concreata prospettiva d’un futuro approdo ad Expo 2015. Il ‘Vero Brodetto Sangiorgese’ protagonista del Risitaly, insieme a ‘Vongolopolis’, sono parte integrante della piattaforma che vede Porto San Giorgio tra i protagonisti dell’eccellenza territoriale fermana”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento