La Germania incontra l’arte e i sapori ascolani alla collettiva di Trier

ASCOLI PICENO – Sono partiti insieme, i vini e i prodotti agro-alimentari, eccellenza del territorio Piceno, e due rappresentanti dell’espressione artistica locale per portare in Germania il sapore e l’arte italiana.

Nella prestigiosa cornice delle Terme Romane di Trier si è svolta con successo, dal 10 al 22 aprile, l’esposizione di pittura di Pio Serafini e Stefano Tamburrini “Italianische Ansichten – Zwei Maler aus Ascoli Piceno in Trier” (“Veduta Italiana – Due pittori di Ascoli Piceno a Trier”).

L’evento, organizzato grazie all’impegno ed al sostegno dell’associazione per il gemellaggio “Ascoli Piceno Trier gesellschaft” e dei Comuni di Trier e di Ascoli Piceno, si è qualificato come un vero e proprio spaccato del territorio piceno in Germania, tra arte, cultura, musica ed i sapori caratteristici dei nostri prodotti locali.

Il nutrito pubblico (più di 200 persone nella sola inaugurazione) ha potuto immergersi, per riprendere le parole della presidentessa dell’associazione Bettina Von Hengel, “in un’atmosfera che allaccia, attraverso le antichità romane delle Terme di Trier e quelle di Ascoli Piceno rappresentata dai due pittori, un legame culturale profondo e duraturo tra le nostre due città”.

A coronare il tutto, la presenza del vescovo di Ascoli Piceno Monsignor Giovanni D’Ercole.

Gli artisti ringraziano l’associazione “Ascoli Piceno Trier gesellschaft” nelle figure di Bettina Von Hengel e Gilberto Moggia, l’associazione “Sant’Emidio nel mondo”, nella figura di Giovanni Cipollini, i Comuni di Trier, Ascoli Piceno e Roccafluvione e l’Ente Quintana di Ascoli Piceno e tutti i ragazzi volontari che hanno collaborato alla riuscita dell’evento.

Questi gli Sponsor dell’iniziativa:Oleificio Silvestri Rosina di Spinetoli, Sabelli S.p.A. Caseificio di Ascoli Piceno, Ciù Ciù Azienda Vitivinicola di Offida, Trivelli Tartufi di Roccafluvione e Petrelli carni di Acquasanta Terme.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento