L’IC Fracassetti-Capodarco di Fermo a Trapani per la commemorazione della strage di Pizzolungo

L'IC Fracassetti-Capodarco di Fermo a Trapani per la commemorazione della strage di Pizzolungo

Con una delegazione di 18 alunni e due Insegnanti, insieme al Dirigente Ado Evangelisti, l’Istituto Comprensivo “Fracassetti-Capodarco” di Fermo ha partecipato oggi 2 Aprile a Trapani alla commemorazione del  trentennale della strage di Pizzolungo, dove persero la vita tre vittime innocenti di mafia Barbara Rizzo e i suoi gemelli, Giuseppe e Salvatore Asta di 6 anni, mentre in macchina stavano andando a scuola.

Le tre vittime innocenti di mafia si sono trovate a fianco dell’auto dell’allora magistrato Carlo Palermo e della sua scorta proprio nel momento in cui gli esecutori hanno fatto saltare in aria un’autobomba. I destinatari dell’attentato furono feriti, ma sono sopravvissuti e stamattina erano presenti alla commemorazione insieme a Margherita Asta, la sorella dei bimbi uccisi, che lavora incessantemente affinché i suoi familiari e tante altre vittime di mafia non vengano dimenticate, ma il loro ricordo sia lo sprone per combattere la mafia.
Hanno partecipato alla celebrazione Sindaci, autorità militari,  volontari di Libera e Don Luigi Ciotti, che con la sua energia ha spronato tutti ad agire contro le mafie e ad impegnarsi in prima persona.

Don Luigi Ciotti ha poi incontrato gli allievi dell’Istituto, insieme a studenti siciliani, nel Seminario di Trapani dove i nostri ragazzi sono stati ospitati.

A Barbara Rizzo, Giuseppe e salvatore Asta è intitolato il Presidio Scolastico dell’Associazione LIBERA, inaugurato lo scorso anno presso l’Istituto Comprensivo “Fracassetti-Capodarco” di Fermo.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento