L’UE torna a scuola

“Experience Europe! Your Winning Idea!”

Parte l’iniziativa della Commissione europea per portare 250 funzionari UE tra i banchi delle loro scuole d’origine. Dal 13 al 24 ottobre 2014 si svolgerà l’iniziativa della Commissione europea “L’UE torna a scuola” che dà la possibilità a circa 250 funzionari delle Istituzioni europee di tornare tra i banchi delle scuole d’origine in tutta l’Italia per incontrare studenti e insegnanti per parlare d’Europa. Il Presidente della Provincia di Fermo, On. Avv. Fabrizio Cesetti, ha espresso tutto il suo apprezzamento per questo tipo di nuova formazione europea che coinvolge generazioni diverse ma della stessa realtà territoriale. E’ un modo di comunicare l’Europa che indubbiamente è motivante e stimolante per i giovani studenti. L’iniziativa “L’UE torna a scuola”, ideata e organizzata nell’ambito del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea, darà ai giovani delle scuole italiane la possibilità di conoscere da vicino le istituzioni UE, i loro compiti e le loro attività, incontrando alcuni dei suoi funzionari che, per un giorno, diventeranno il “volto” dell’Europa e, nello stesso tempo, anche quello della loro rispettiva scuola di provenienza. Dal 13 al 24 ottobre saranno circa 250 i funzionari italiani delle Istituzioni europee che torneranno per un giorno nella scuola dove hanno studiato per dialogare con gli studenti, illustrare le attività dell’UE attraverso documenti audiovisivi, rispondere a domande e curiosità, proporre giochi e quiz, coinvolgere gli studenti e i loro docenti, raccontare il percorso che li ha portati a lavorare nelle Istituzioni europee. Tra i temi centrali degli incontri: il funzionamento delle Istituzioni UE, le principali politiche europee, le opportunità per i giovani e, in particolare, possibilità di studio e di lavoro all’estero. Il Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Lucio Battistotti ha dichiarato: “L’iniziativa è particolarmente rilevante oggi, in un momento storico in cui l’immagine dell’Europa è stata offuscata dalla crisi economica e dal disincanto dei cittadini. Un’informazione chiara e rivolta direttamente ai giovani è più che mai necessaria.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento