SANT’ELPIDIO A MARE ADERISCE AL PROGETTO “LA DONAZIONE DI ORGANI COME TRATTO IDENTITARIO”

SANT'ELPIDIO A MARE ADERISCE AL PROGETTO "LA DONAZIONE DI ORGANI COME TRATTO IDENTITARIO"

Il Comune di Sant’Elpidio a Mare ha aderito al progetto della Regione Marche “La donazione di organi come tratto identitario” secondo cui la Carta d’identità possa essere il documento nel quale registrare la  dichiarazione della volontà o meno del cittadino a donare i propri organi. Si tratta di un progetto di cui sono partner della Regione Marche  ANCI Marche, AIDO Marche, Centro Regionale Trapianti e Centro Nazionale Trapianti e Federsanità oltre che la Regione Marche attuato in una prima fase sperimentale con nove comuni della Regione – Ancona, Ascoli Piceno, Chiaravalle, Fabriano, Fermo, Pedaso, Porto Sant’Elpidio, San Benedetto del Tronto e Senigallia – e che, al termine dei sei mesi di sperimentazione, ha registrato 2289 dichiarazioni di assenso alla volontà di donazione degli organi (pari ad una percentuale del 84,8%) contro solo 410 opposizioni. Un dato particolarmente significativo che ha rappresentato un nuovo salto nella cultura delle donazioni nella nostra Regione. Il Comune di Sant’Elpidio a Mare, pur non essendo stato inserito nel nucleo di comuni scelti per la sperimentazione, ha ritenuto particolarmente valido il progetto tanto da aderire con convinzione.

Si è avviato, dunque, il percorso per arrivare ad avere – anche a Sant’Elpidio a Mare – la possibilità di indicare nella propria carta d’identità il proprio assenso alla donazione di organi. Il Comune, poi, trasmetterà i dati relativi al consenso o al diniego alla donazione degli organi al Sistema Informatico Trapianti. Il consenso o il diniego alla donazione organi confluirà, infine, nel fascicolo sanitario elettronico.
“Con l’adesione al progetto abbiamo attivato un percorso che permetterà di avere, nei tempi dovuti per l’adeguamento dei sistemi, anche nel nostro Comune la possibilità di indicare nella carta d’identità la volontà di donare i propri organi – commenta il Sindaco, Alessio Terrenzi – Ad oggi la volontà di donare gli organi può essere manifestata presso gli sportelli ASL oppure portando con sé, insieme ad un documento di identità, una dichiarazione di volontà a donare: ritengo che si possa, aderendo al progetto, offrire un servizio in più che va verso la direzione di favorire la reperibilità di organi sempre più preziosa a fronte dell’incremento che di richieste che si è avuto negli ultimi tempi, anche a fronte di una sostanziale stasi nelle dichiarazioni di volontà dei cittadini”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento