Sant’Elpidio a Mare – Invasione digitale compiuta

Sant'Elpidio a Mare - Invasione digitale compiuta

Internet ed i social media possono rappresentare un’opportunità per la comunicazione culturale? A quanto pare si. Se ne è avuta prova in occasione delle invasioni digitali che hanno avuto luogo il 25 aprile in centro storico: la rete si è dimostrata – come avvenuto lo scorso anno – un valido modo per coinvolgere nuovi soggetti, abbattere ogni tipo di barriera e favorire ulteriormente la creazione, la condivisione, la diffusione e valorizzazione del patrimonio artistico locale.

La città di Sant’Elpidio a Mare ha aderito al progetto “Invasioni Digitali” , pensato per diffondere la cultura digitale e l’utilizzo degli open data, formare e sensibilizzare le istituzioni all’utilizzo del web e dei social media per la realizzazione di progetti innovativi rivolti alla co-creazione di valore culturale oltre che alla promozione e diffusione della cultura.
“Il centro storico si è “offerto” ai visitatori digitali – commenta l’Assessore alla Cultura Stefania Torresi – che, mobilitatisi on line grazie al tam tam telematico che è proprio dei social, sono arrivati nel cuore della nostra città per scoprirne la bellezza ed i segreti: da Porta Romana a Piazza Matteotti passando per vicoli, chiese, musei e monumenti, questo il percorso culturale proposto. La calzatura è stato il filo conduttore e le scarpe del Museo della Calzatura Cav. Vincenzo Andolfi hanno accompagnato i visitatori fin sopra la battagliera della Torre Civica, che con i suoi 28 metri di altezza, ha offerto un suggestivo panorama che ha conquistato tutti”. Molto suggestivo l’effetto prodotto, all’interno della torre, di una particolare istallazione effettuata con le calzature di recente donate da Giovanni Galletti per conto dell’azienda PA.RO.LA. Istallazione che resterà all’interno della torre e sarà visionabile anche in occasione delle prossime iniziative e nel corso delle prossime visite.
Grazie anche alla presenza attiva degli Instagramers Fermo, in particolare nella persona di Marina Ricci, e alla collaborazione degli operatori dell’Ufficio Turistico, il 25 aprile si è chiuso sotto il segno delle invasioni digitali con una bella giornata all’insegna della cultura racchiusa tra le mura cittadine.
“La cultura e la storia possono andare a braccetto con le nuove tecnologie – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – e ben vengano iniziative come quella delle Invasioni digitali che sono un veicolo promozionale di grande importanza in un’epoca, come quella attuale, in cui vale più una condivisione che un manifesto sulle vie del paese”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento