Sant’Elpidio a Mare – Nuove iniziative culturali dell’Associazione Arcobaleno

Sant'Elpidio a Mare - Nuove iniziative culturali dell'Associazione Arcobaleno

Il periodo natalizio porterà con se una serie di iniziative messe a punto dall’Associazione Arcobaleno Genitori per la Scuola.

Il primo appuntamento in programma è quello con le letture a voce alta a scuola che si svolgeranno sabato 20, nelle prime due ore di lezione, alla Scuola Primaria San Giovanni Bosco. Interessati saranno gli alunni delle classi quarta e quinta: si andrà così a completare il ciclo di letture che nei giorni scorsi hanno interessato i bambini più piccoli della primaria ed anche quelli della Scuola per l’Infanzia Arcobaleno di Castellano.

Nell’ultimo incontro i lettori volontari, mamme e papà, sono stati Daniela Cerquetti, Stefania Ceteroni, Fabiola Della Valle, Fabrizia Fedeli, Sabrina Malvestiti, Mirko Paponi, Eugenia Pennelli, Scilla Pistolesi, Veronica Premici, Romina Tomassini, Vanila Tulli, Samuela Vagnozzi, con il supporto tecnico di Alice Arcangeli. Per l’appuntamento di sabato si stanno verificando le disponibilità ed assegnando le letture adatte.

Ma l’Associazione Arcobaleno è in fermento anche per via della consegna dei doni da parte di uno speciale Babbo Natale che è in programma per il 24 di dicembre. Genitori, nonni, zii o amici che volessero far consegnare i loro doni direttamente da Babbo Natale sono invitati a prenotare la loro consegna contattando Meri al numero 333.5869024 o Amanda al numero 340.3417618.

L’anno nuovo si aprirà, invece, con la Tombola dei bambini, programmata per il 4 di gennaio dalle ore 16.30 in poi nella sala Angeli Custodi di Cascinare. I bambini sono invitati a partecipare portando con se un giochino, meglio se usato, da mettere in palio: il giochino dovrà essere incartato, come un vero dono, e si chiede possibilmente di indicare se si tratta di un gioco da maschio o da femmina e, indicativamente, per quale età. L’obiettivo è quello di trascorrere un pomeriggio insieme, bambini e famiglie, giocando a tombola e condividendo i tanti giochi che, magari, non vengono più usati da tempo ma sono comunque in buone condizioni. L’Associazione suggerisce, dunque, di dare nuova vita a giochi che non si usano più e che, anziché essere buttati, potrebbero far felice un altro bambino.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento